Esclusiva

Maggio 12 2022.
 
Ultimo aggiornamento: Maggio 24 2022
I consigli di lettura di IDMO

Ogni settimana IDMO seleziona alcuni articoli che contengono temi legati alla disinformazione e alle vicende di attualità

1) L’articolo di Sean Lyngaas per la CNN racconta la propaganda russa. Gli agenti pro-Russia hanno, infatti, affermato che il Presidente ucraino Zelensky si era suicidato per intaccare il morale pubblico e minare il governo ucraino.

Pro-Russia online operatives falsely claimed Zelensky committed suicide in an effort to sway public opinion, cybersecurity firm says – CNNPolitics

2) Il combattente russo “Vladlen Tatarsky” scrive su Telegram: “finchè non scopriremo il nome di questo “genio militare” che ha collocato il battaglione tattico vicino al fiume, e di questo non risponderà pubblicamente, non ci saranno riforme nell’esercito”. Ha riportarlo è Jacopo Iacoboni de La Stampa.

“Vladlen Tatarsky”, il combattente-blogger russo che su Telegram ammette il disastro sul fiume Seversky Donetsk: noi senza droni, e con generali idioti – La Stampa

3) Un articolo del The Guardian, firmato da Dan Milmo, racconta come YouTube ha eliminato più di 9,000 canali che parlavano della guerra in Ucraina. Oltre ai 9,000 canali sono stati eliminati anche 70,000 video in quanto “violavano le linee guida sui contenuti”.

YouTube removes more than 9,000 channels relating to Ukraine war | YouTube | The Guardian

4) Il tema di questo articolo non tratta di disinformazione o fake-news, ma di fatti e dati reali. Il numero di civili uccisi in Ucraina, secondo l’Onu, è molto più alto dei dati ufficiali. Lo riporta Samantha Lock, giornalista del Guardian.

The number of civilians killed in Ukraine since the beginning of the war is ‘thousands higher’ than official figures, UN says – as it happened | Ukraine | The Guardian

5) Ultima, ma non per importanza, l’intervista che Andrea Perrella, professore associato del Wilfrid Laurir University, ha rilasciato a Graig Norris della CBC. Perrella spiega come evitare la disinformazione e non giudicare le informazioni in base ai pregiudizi personali, specialmente durante le campagne elettorali.

Q&A: How to spot false information and personal bias during election info avalanche | CBC News